Il laboratorio SpaceLab

Mi chiamo Emanuele Pace, sono il Direttore dell’Osservatorio Polifunzionale del Chianti gestito dall’Università di Firenze e sono anche padre di tre bellissimi figli. 

Ho un sogno: vedere i miei figli realizzati in una vita di successo.

Ho anche un desiderio: offrire una simile opportunità a tutti i giovani. 

Insieme a un team entusiasta e appassionato, che crede nella cultura come fondamento dell’affermazione personale in qualsiasi campo, abbiamo ideato la campagna di crowdfunding #EDUCAREALFUTURO. Grazie ai fondi che abbiamo raccolto, stiamo creando SPACELAB: un laboratorio di tecnologie spaziali unico in Italia, dove i ragazzi tra i 6 e i 13 anni potranno:

Vogliamo accogliere i ragazzi in un luogo di scoperta, in uno spazio di sperimentazione, in un percorso formativo, divertente e ricco di contenuti, che unisce scienza, arte e natura per formare ragazzi, insegnanti e famiglie sfruttando l’apprendimento diretto e agendo tanto sull’aspetto emozionale-sensoriale quanto sul ragionamento e l’analisi critica.

Sogniamo che l’Osservatorio del Chianti diventi un luogo d’incontro per crescere nel sapere, nella condivisione, nell’integrazione. Eliminando le barriere sociali, fisiche, architettoniche e culturali, la mente si aprirà al futuro e la speranza in un domani migliore si trasformerà in realtà.

Il nostro obiettivo è quindi fornire ai giovani tutti gli strumenti di conoscenza di cui disponiamo come centro di ricerca, affinché possano affinare capacità analitiche e critiche che permettano loro di affrontare le proprie scelte di vita nel modo migliore.

Cooperando con scuola, ricercatori, educatori e famiglie, offriremo a bambini e preadolescenti una scala di saperi che li possa portare a gestire con sempre maggiore consapevolezza la propria esistenza, contribuendo così a creare una società più libera, basata sulla dignità dell’individuo sapiente.

Come stiamo utilizzando i fondi raccolti

  • Una postazione con computer e monitor di grandi dimensioni per il collegamento video con la stazione spaziale che sia utilizzabile anche da persone affette da disabilità disabili (accesso con carrozzina, sottotitoli per non udenti, tastiere per domande da persone mute)
  • Una stazione ricetrasmittente radio a 50 W per un’adeguata comunicazione in banda di frequenza della Stazione Spaziale
  • Un’antenna radio e una parabola video motorizzate per l’inseguimento della stazione spaziale durante il suo passaggio
  • Una stampante 3-D per la realizzazione di piccoli progetti che coniughino creatività e comprensione degli strumenti tecnologici con lo sviluppo della capacità progettuale
  • Strumenti utilizzati nello spazio per esperimenti di fisiologia umana, di botanica e di etologia resi disponibili dalla Kayser Italia, leader europea nel campo della Life Science e degli strumenti per la Stazione Spaziale
  • Esperimenti hands-on per sperimentare sia nel Parco Botanico sede dell’OPC sia all’interno delle scuole

Chi c’è dietro al progetto

Il progetto SpaceLab è frutto di una collaborazione tra l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti, e:

Associazione Amici dell’OPC – Ha come scopo attuare, incoraggiare, favorire, sostenere l’accesso di ogni cittadino al sapere scientifico e promuovere con iniziative culturali aperte l’Osservatorio Polifunzionale del Chianti alla cittadinanza dell’Unione Comunale del Chianti Fiorentino, al territorio del Chianti, alla Città Metropolitana di Firenze. Associazione Amici dell’OPC collabora con altre Associazioni, Fondazioni e Istituzioni universitarie, culturali e professionali pubbliche e private, italiane e straniere.

Kayser Italia – PMI aerospaziale indipendente, fondata nel 1986. Dalla sua costituzione, ha partecipato a oltre 60 missioni spaziali con 90 payload e/o esperimenti scientifici eseguiti in orbita. Gli esperimenti realizzati da Kayser Italia hanno volato su capsule russe, Shuttle, Space-X/Dragon, sul modulo giapponese HTV, sul modulo europeo ATV, sulla capsula cinese Shenzhou e sulla ISS (Stazione Spaziale Internazionale). Oltre alla realizzazione di bioreattori per esperimenti di scienze della vita, Kayser Italia sviluppa equipaggiamenti per piattaforme satellitari ed è attiva in vari progetti di ricerca e sviluppo tecnologico. Presso la Kayser Italia è presente il centro ICARO (Italian Centre for Advanced Research and Operations), dedicato al supporto degli esperimenti da eseguire in orbita. Kayser Italia ha sviluppato con la collaborazione dell’astronauta Ing. Paolo Nespoli il progetto HAMVIDEO, collegamento audio/video a una via dalla ISS a terra, che può essere ricevuto sulla terra con semplici ricevitori a basso costo.

La campagna crowdfunding su Eppela è stata gestita da Social Crowdfounders, iniziativa della Fondazione CR Firenze, in collaborazione con la cooperativa feel crowd. La gestione di Social Crowdfounders è stata determinante, fornendo supporto concreto alla realizzazione del progetto, sia finanziariamente che nell’erogazione dei servizi necessari alla riuscita della campagna stessa, che prevedeva il goal per 16’000€, ma al termine sono stati raccolti ben 19’805€! Determinante è stato il contributo di Fondazione CR Firenze, che ha raddoppiato la cifra donata dal nostro pubblico.